Con + Cardinale George Pell
Arcivescovo di Sydney
4 agosto 2012

La festa di San Giovanni Maria Vianney è un giorno meraviglioso per l'ordinazione di otto nuovi sacerdoti per la diocesi di Sydney, quattro dalla neocatecumenale seminario Redemptoris Mater e quattro dal Seminario del Buon Pastore. Ringraziamo Dio per questa grande benedizione, come ringraziamo i diaconi, le famiglie, le comunità ed i rettori dei seminari e del personale per il loro lavoro di formazione.

Dio sceglie ogni sorta di persone per i suoi buoni propositi. I nostri sacerdoti otto provengono da sette diversi background culturali, che riflette la natura multi-culturale della nostra Arcidiocesi, dove la metà dei cattolici sono immigrati o figli di migranti.

Dio scelte non sono sempre uguali a quelli del mondo. Dio ha scelto una giovane adolescente paese a diventare il portatore di Dio, la madre di Dio. Circa 1800 anni più tardi ha scelto un giovane che non ha ricevuto la prima educazione nel caos dopo la Rivoluzione francese e l'ascesa di Napoleone, ha lottato come un seminarista in particolare con la lingua latina (allora la lingua di insegnamento), ed è stato ordinato con solo la raccomandazione a denti stretti del personale seminario. Fu poi nominato ad un piccolo villaggio, un luogo isolato in tutti i sensi in Francia rurale con una popolazione di 230 persone, Ars-sur-Formans. Sappiamo che questa prospettiva poveri come san Giovanni Maria Vianney, patrono del clero della parrocchia e il parroco solo per essere canonizzato.

Egli è notevole per il lavoro puro fisso del suo giorno per giorno la vita sacerdotale, per il suo servizio del suo popolo. A quanto pare era noto di aver trascorso diciotto ore al giorno in confessionale, l'udito fino a 300 confessioni al giorno, presumibilmente a rosicchiare patate fredde per alcuni nutrimento. Per lui il sacerdozio significa preghiera e di penitenza, duro lavoro e di servizio, e il lavoro più duro e di servizio. Ed era il suo alto concetto di sacerdozio che ha ispirato questa attività incessante.

Per lui "il sacerdozio è l'amore del cuore di Gesù" e la grandezza del sacerdozio non gonfiare il suo egocentrismo o auto-importanza ", perché se un prete capito quello che è sarebbe morto".

"Senza il sacerdote", scrisse: "la passione e morte di Nostro Signore sarebbe di alcuna utilità È il prete che continua l'opera di redenzione sulla terra .... Che ci gioverebbe una casa piena d'oro. dove non c'era nessuno ad aprire la porta Il prete possiede la chiave dei tesori del cielo: è lui che apre la porta ".

Noi sacerdoti possiamo essere tentati di avere una bassa teologia del sacerdozio oggi, nell'era dei laici come una scusa per la nostra mediocrità. Se il nostro ruolo non è troppo speciale è più facile cedere alle nostre debolezze e delusioni. Il nostro santo spesso sentito inadeguato e ha riconosciuto che la gran disgrazia di molti parroci è che "l'anima si intorpidisce", privo di energia e la consapevolezza del soprannaturale e temprato e indifferente al peccato che ci circonda.

Ars probabilmente non era un villaggio particolarmente corrotto, non cospicua per la terribile malvagità, ma la cura sembrava che ci fosse poca vera religione e l'amore di Dio nel quartiere. Siamo in grado di capire questo, perché è come gran parte della nostra situazione.

Cristo era dispiaciuto per la folla perché erano come pecore senza pastore. Anche noi siamo a corto di sacerdoti e in questo giorno dell'ordinazione preghiamo affinché questa occasione felice e, più in particolare l'eroismo regolare di San Giovanni Maria Vianney, possano ispirare tanti giovani a rispondere alla chiamata di Dio al sacerdozio ministeriale. Abbiamo bisogno di predicatori della Parola di Dio, i combattenti per la fede e dedicato al business di Dio, che sarà sentinelle vere, che lavorano per proteggere le persone che servono, svegli, attenti a ciò che sta accadendo nella società e soprattutto vivo per macchinazioni del maligno che inganna e confonde. Abbiamo bisogno di sacerdoti che chiamano i loro fratelli e sorelle al pentimento e alla conversione, ricordando loro che Dio è misericordioso, amorevole tutti, ma Dio è il nostro giudice, che esige che si gira verso di lui. Sarebbe bello anche se questa nuova generazione di sacerdoti è stato in grado di ispirare una ripresa nel sacramento della riconciliazione. Perdono di Dio è uno dei più potenti benedizioni della Chiesa ha da offrire e la vita del Curato d'Ars lo dimostra.

Con questo splendido esempio di San Giovanni Maria Vianney per ispirarci, per guidare i nostri percorsi di lasciarmi ora seguire il testo ufficiale come abbiamo delineare gli obblighi sacerdotali di insegnare, di santificare, in particolare attraverso i sacramenti, e di condurre il vostro popolo in uno spirito di autentico servizio, con e sotto il vostro vescovo.

Ora, cari figli, si sta per essere portato al l'ordine del sacerdozio. Da parte vostra potrete esercitare il sacro dovere di insegnare nel nome di Cristo, il Maestro. Imparto a tutti la parola di Dio che avete ricevuto con gioia. Meditando sulla legge del Signore, vedere che credere a quello che si legge, che insegna ciò che credi, e che in pratica ciò che insegni.

In questo modo, lasciare che ciò che insegni essere nutrimento per il popolo di Dio. Lasciate che la santità della vostra vita sia un profumo delizioso per i fedeli di Cristo, in modo che con la parola e con l'esempio si può costruire la casa che è la Chiesa di Dio.

Allo stesso modo si esercita in Cristo l'ufficio di santificare. Dal vostro ministero il sacrificio spirituale dei fedeli viene reso perfetto, essendo unita al Sacrificio di Cristo, che saranno offerti attraverso le vostre mani in modo incruento sull'altare, in unione con i fedeli, nella celebrazione dei Sacramenti . Comprendere, quindi, quello che fai e imitare quello che festeggiare. Come celebranti del mistero della morte del Signore e della risurrezione, si sforzano di mettere a morte ciò che nelle vostre membra è peccaminoso, e camminare in novità di vita.

Ricordate, quando si raccolgono gli altri nel Popolo di Dio attraverso il Battesimo, e quando si perdonare i peccati nel nome di Cristo e della Chiesa nel sacramento della Penitenza, quando si confortare i malati con l'olio santo e celebrare i riti sacri, quando si offre preghiere di lode e grazie a Dio in tutto le ore del giorno, non solo per il popolo di Dio, ma per tutto il mondo, ricordatevi che siete presi fra gli uomini e ha nominato per conto di quelle cose che appartengono a Dio. Pertanto, svolgono il ministero di Cristo Sacerdote con gioia costante e autentico amore, frequentando non le vostre preoccupazioni personali, ma a quelle di Gesù Cristo.

Infine, cari figli, per l'esercizio da parte vostra l'ufficio di Cristo Capo e Pastore, mentre unito al Vescovo e soggetti a lui, si sforzano di portare i fedeli in un'unica famiglia, in modo che si può condurli a Dio Padre per mezzo di Cristo nello Spirito Santo. Tieni sempre davanti ai vostri occhi l'esempio del Buon Pastore che è venuto non per essere servito ma per servire e che è venuto a cercare ea salvare ciò che era perduto.

E concludo chiedendo a tutti voi, questa congregazione enorme, a pregare per questi sacerdoti, non solo in questo giorno felice, ma durante i lunghi anni di servizio e felice, che noi preghiamo, ci attendono.

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.