© 2009-2012 Redemptoris Mater Perth

REDEMPTORIS MATER PERTH

Apertura ufficiale del Seminario Arcivescovile Missionario

 

REDEMPTORIS MATER

 

15 agosto - Festa dell'Assunzione.

 

 

Miei cari amici, come si diceva in principio, è un importante raggiungimento per l’ Arcidiocesi di Perth che in un anno siano stati aperti due seminari: il Seminario St. Charles - sono molto lieto che gli studenti siano qui stasera - e ora il Seminario Redemptoris Mater, che  si trova a Morley; i miei due seminari.


La decisione di aprire il Seminario "Redemptoris Mater" , che  ha destato l’ interesse di  molte  persone, è quella che deve essere attentamente  spiegata, perché  è difficile capire l’esistenza di  due seminari, entrambi  diocesani. Per il Seminario St. Charles, il motivo è chiaro. St. Charles preparerà  i sacerdoti per le nostre parrocchie, i sacerdoti per il lavoro  relativo a questa Arcidiocesi e alla città di Perth; l'Arcidiocesi di Perth dovrebbe essere grande abbastanza anche per avere un seminario vitale e, anche se abbiamo qui solo i seminaristi del primo anno, speriamo, a Dio piacendo, che ogni anno nuove  entrate faranno crescere e prosperare il seminario. E così, per quale motivo un secondo seminario? 


La decisione di aprire un Seminario Redemptoris Mater non è stata facile per me. Ho potuto consultare poche persone qui in WA, perché l'idea è abbastanza recente. Così mi sono informato negli ultimi tre anni, così come ho potuto, durante miei viaggi a Roma e in altre parti; ho visitato il Seminario Redemptoris Mater di Roma in due occasioni, ho visitato molto recentemente il Redemptoris Mater di Newark, negli Stati Uniti, sono molto lieto di vedere che uno dei sacerdoti ordinati recentemente è qui con noi e anche alcuni seminaristi; ci saremo incontrati un paio di mesi fa. E ho parlato con il cardinale Hume a Londra, dove vi è un altro Seminario "Redemptoris Mater", e con i responsabili dei seminari. Allo stesso tempo, ho esaminato, il più possibile, gli avvenimenti molto recenti nel Cammino Neocatecumenale, che è così forte in molti paesi.

 

La ragione per cui ho finalmente deciso di aprire il Seminario "Redemptoris Mater" è che sono convinto che dobbiamo prendere molto sul serio ciò che il Santo Padre chiama la Nuova Evangelizzazione. E' chiaro che negli ultimi anni, forse gli ultimi cento, la forza che il cristianesimo ha avuto in molti paesi ha iniziato a indebolirsi. E' chiaro nel mio paese, qui in Australia, che la stragrande maggioranza degli  appartenenti alla fede cattolica non frequenta più la Messa  domenicale. E’  chiaro che molti (la maggioranza, che pur si definiscono cristiani) non frequentano le loro proprie chiese.

 

È anche chiaro che, in un momento di declino della presenza dei cattolici e di altre Chiese cristiane, c'è stata un'erosione degli standard che sono stati fissati dai principi cristiani in passato: erosione delle norme stabilite per il matrimonio, la sua intimità e la sua fedeltà, erosione degli standard fissati per la vita familiare, erosione delle varie leggi morali che proteggono la vita nella sua infanzia o in avanzata età; il passaggio dal riconoscimento di un ordine esterno morale, che dobbiamo accettare nella vita e al quale dobbiamo inchinarci, ad una situazione in cui siamo diventati autodeterminanti della nostra moralità, che diventa una scelta personale ed è diventata quello che noi pensiamo sia giusto o sbagliato.

 

Questa è forse la cosa più grave che sta accadendo, che l'ordine morale esterno è stato negato e la morale è diventata credenza soggettiva e il credere ne ha  già subito le conseguenze: la fede in Dio e credere nelle si dieci parole di Dio, credere che siamo creature di Dio e  che quindi dobbiamo obbedienza a Dio nella nostra vita.

 

Di conseguenza, la chiarezza della Buona Novella di Gesù Cristo non è più quello che era. Questo è il compito della Nuova Evangelizzazione, per iniziare di nuovo a cristianizzare occidente - oriente, a predicare la Buona Novella a un mondo che si è allontanato da lui. Noi che frequentiamo le nostre Chiese, che adoriamo Dio nella nostra Eucaristia domenicale dobbiamo essere i migliori cattolici che si possa essere, in modo che la Buona Novella possa irradiarsi attraverso la nostra vita.

 

Mi sono impegnato io stesso ad incoraggiare quei gruppi che sono disposti ad andare oltre i loro confini parrocchiali, andare oltre i comfort delle loro case, andare nella società in generale e dire "Questa è la Buona Novella di Gesù Cristo".

 

Ho scoperto che coloro che stanno seguendo il Cammino Neocatecumenale si preparano proprio per questa missione di nuova evangelizzazione.

Tali gruppi hanno fatto fiorire molte, molte vocazioni al sacerdozio e alla vita religiosa in tutto il mondo e il Cammino che essi seguono ha una spiritualità tutta particolare ed è stato chiaro che chi vuole aiutare il Cammino Neocatecumenale come sacerdote ha bisogno di un particolare e proprio tipo di formazione, pertanto di propri seminari.

 

Mi fa piacere, dopo aver lungamente pregato, consultato, pensato e deliberato, ANNUNCIARE LA FORMAZIONE,L’ISTITUZIONE DEL NUOVO SEMINARIO “REDEMPTORIS MATER”, che formerà sacerdoti missionari, sacerdoti missionari urbani, sacerdoti che capiscono la nuova evangelizzazione, sacerdoti che vanno oltre il normale campo in cui i sacerdoti lavorano, a predicare il Vangelo a chi non cammina con noi.

 

Essi assisteranno questa diocesi in molti modi, anche se non sono principalmente destinati ad essere  parroci, ma forse lo saranno un giorno; assisteranno famiglie missionarie Neocatecumenali, che stanno lavorando qui in aree decristianizzate e pronte a girare il mondo per testimoniare la Buona Novella. Essi accompagneranno le famiglie e aiuteranno i vescovi in altre diocesi in cui vi è un grave declino di vocazioni e un grande bisogno di sacerdoti.

 

Quindi questa Arcidiocesi di Perth nella creazione di questo seminario va al di là di se stessa, oltre i propri confini al fine di promuovere un moderno movimento missionario, per essere missionari nelle città, per essere missionari in aree densamente abitate, per essere missionari in quei luoghi dove il regno di Cristo era una volta onorato e ormai è quasi dimenticato.

 

Di qui la necessità di due seminari e non vi è concorrenza, non vi è alcun conflitto tra i due, perché il Seminario St. Charles attirerà giovani uomini di questa comunità cattolica, verranno dalle nostre parrocchie e dalle nostre famiglie e saranno formati per essere sacerdoti di questa Arcidiocesi.

 

Il Seminario Redemptoris Mater trarrà i giovani dalle varie comunità che sono presenti non soltanto qui ma anche in altre parti del mondo.

 

Stasera mi auguro di leggere il decreto di istituzione del Seminario 'Redemptoris Mater' a Perth.


+

 

 

Omelia dell’Arcivescovo B.J.Hickey